Mercoledì 21/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:23
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: De Rebotti chiama a rapporto i Priori e li esorta a collaborare per mantenere l'ordine pubblico
L’atto di vandalismo accaduto nel corso della prima notte di festa non è andato giù al sindaco Francesco De Rebotti che ha chiamato subito i priori a rapporto. Stamattina, (sabato) i massimi responsabili dei terzieri, insieme al segretario generale dell’Ente Corsa all’Anello, sono attesi nel suo ufficio dal primo cittadino. Il sindaco intende fare chiarezza su come tutti, ognuno per le proprie competenze, dovranno impegnarsi, da qui al 12 maggio, affinché ogni angolo della città venga tenuto sotto controllo. Soprattutto di notte. L’episodio che ha fatto scattare l’allarme è quello riguardante la manomissione di un quadro elettrico in via Saffi, proprio sotto alle scuole elementari. Qualche delinquente, rischiando di rimanere attaccato alla corrente, ha nottetempo divelto il quadro elettrico e strappato i fili, provocando un brevissimo black out all’interno del plesso scolastico. Un gesto che dimostra come qualche bicchiere di troppo e un tasso di intelligenza evidentemente al di sotto della soglia di sufficienza, possano innescare situazioni di grave pericolo per chi pone in atto questi atti vandalici e per la collettività. “Avevo annunciato – dice De Rebotti – che quest’anno avremmo adottato la pratica della ‘tolleranza zero’ rispetto ad episodi di vandalismo e dopo questo ‘esordio’ voglio richiamare all’ordine tutti gli attori della nostra splendida festa. Per parte nostra ci siamo impegnati affinché la polizia municipale intensifichi i controlli notturni, anche negli angoli più nascosti della città; ho poi chiesto ai carabinieri di fare il possibile per intensificare i loro pattugliamenti; per il resto avevamo deciso insieme all’Ente Corsa di istituire dei controlli ‘alternativi’ fatti da squadre di vigili giurati. Ai priori chiederò di impegnarsi affinché i tanti volontari che ruotano all’interno di ogni terziere, vigilino con occhio attento e non esitino a chiamare le forze dell’ordine se dovessero notare dei soggetti potenzialmente pericolosi o delle situazioni che possano determinare dei disordini. La sicurezza dei cittadini e di quanti vengono a trovarci durante la festa - sottolinea De Rebotti - deve essere sempre al primo posto. Non deve in alcun modo e per nessuna ragione, passare il messaggio che Narni nei giorni della Corsa all’Anello sia una città non sicura. Questo non lo vogliamo noi amministratori, ma non lo desiderano nemmeno i cittadini, che sono fieri di appartenere ad una comunità che si è sempre distinta per la sua civiltà”.
27/4/2013 ore 3:25
Torna su