Lunedì 26/06/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:24
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: dalle ceneri del "Coro Anerio" nasce "Narnia Cantores", il maestro Simone Sorini a capo del progetto
L’esperienza del Coro Anerio ha lasciato il segno in molti appassionati di canto. Tanto che, da qualche tempo a questa parte, un gruppo di cittadini sta valutando l’idea di riformare un nuovo coro cittadino. Tutto è partito dalla disponibilità manifestata dal Maestro Simone Sorini, noto ed apprezzato studioso ed interprete di musica medievale e rinascimentale, che fa capo all’associazione La Poliedrica. La proposta è piaciuta molto al Comune di Narni che ha già dato la propria adesione, mettendo a disposizione i locali dove fissare la sede e fare le prove. L’assessore alla Cultura ha manifestato interesse all’idea di dare vita e sviluppo “ad una serie di iniziative musicali fortemente correlate alla città ed alla sua storia”. La prima di queste iniziative è appunto quella relativa alla costituzione del Coro Polifonico della Città, per il quale è già stato individuato il nome: “Narnia Canores”. “L’idea principale – dicono gli ideatori del progetto - è quella di assicurare una continuità, una sintonia ed una identità con il territorio e le sue più belle manifestazioni storiche e artistiche oltre che musicali, e di conseguenza una chiara riconoscibilità del coro stesso; per questo il progetto è quello di esplorare repertori ancora poco frequentati dalle corali di tutto il mondo, tra cui in particolare quelli medievali, anche in considerazione della vocazione peculiare propria del luogo in cui si agirà. Sintesi di tutto ciò è dunque il nome scelto per il nuovo Coro, appunto ‘Narnia Cantores’. Il coro polifonico – dicono ancora gli ideatori dell’iniziativa - vuole essere un’istituzione aperta a tutti gli appassionati di musica, residenti e non di tutte le età, soprattutto nella sua dimensione propedeutica alla conoscenza della musica e dei repertori”. il Maestro Simone Sorini, che vanta un’esperienza più che ventennale nella partecipazione e nella direzione di Ensemble vocali, è intenzionato a mettere a disposizione le sue conoscenze musicali e musicologiche al fine di coltivare nel miglior modo tale aspirazione. Insomma come prima cosa sono stati contattati molti dei membri del vecchio “Coro Anerio”, poi si sono cercate altre “voci” in città. Martedì 4 dicembre alle 21, presso i laboratori d’arte in via Mazzini, avrà luogo il primo incontro ufficiale dal quale scaturiranno idee e programmi. “L’incontro – ricordano gli organizzatori - è aperto a tutti, non è necessaria nessuna iscrizione e riguardo alla partecipazione al coro, non è richiesta la capacità di lettura dello spartito”. Insomma un coro per tutti, purchè alla base ci sia la passione per il canto ed una buona “voce”.
(Nella foto il Maestro Simone Sorini)
3/12/2012 ore 12:53
Torna su