Martedì 23/07/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:37
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: dal 23 al 30 luglio all'Istituto Sant'Anna un corso di "alta formazione" riservato a laureati e laureandi
Si chiama "Scuola di alta formazione" ed è un progetto organizzato dall'associazione socio-culturale Eleonora Pimentel Lopez de Leon
in collaborazione con i Comuni di Narni e di Napoli e con l'Istituto italiano per gli studi filosofici. L'iniziativa è stata presentata ieri mattina in una conferenza stampa che ha avuto luogo presso la Sala Bar del teatro Giuseppe Manini. Alla conferenza hanno preso parte anche la dottoressa Maria Rosaria Rubulotta responsabile dell'UOS diagnostica senologica dell'Istituto Tumori di Napoli che effettuerà delle lezioni pomeridiane all'interno delle quali si parlerà del male del secolo, il sindaco di Narni Stefano Bigaroni e Esther Basile coordinatrice Scuola Estiva di Alta Formazione e Delegata Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli. L'iniziativa fa parte del progetto culturale "La tela del Mediterraneo" che dal 2003 si dedica alla pianificazione e alla proposta di seminari di studio volti ad indagare, attraverso le fila di un discorso multidisciplinare e trasversale, il cruciale tema dei Diritti e della Cultura delle donne, con particolare riguardo all'area del Mediterraneo. Gli argomenti e i programmi del corso avranno la durata di una settimana (dal 23 al 30 luglio) e si svolgeranno presso l'Istituto Sant'Anna di Narni, all'interno dell'antico monastero governato dalla Madre Superiora Suor Giovanna Cocco. Una commissione specializzata e formata da docenti universitarie, filosofe, antropologhe, giuriste, storiche e esperte di diritto dei popoli e dei nuovi assetti socio-politici e culturali si occuperà di predisporre i programma del corso. Si tratta insomma di un progetto ambizioso, sul quale l'assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Napoli e l'amministrazione comunale narnese puntano molto. La "Scuola estiva di alta formazione", insomma, stando alle aspettative dei due enti, dovrà rappresentare un trampolino di lancio verso iniziative future che porterebbero linfa preziosa a quella vocazione culturale che gli amministratori hanno da poco tempo riscoperto. Il corso è riservato a circa 35 laureati o laureandi non necessariamente della zona di Narni e Terni. I partecipanti, infatti, avranno la possibilità, nei sette giorni di corso, di mangiare e dormire presso l'Istituto Sant'Anna. Il sindaco Bigaroni ha illustrato il progetto sottolineandone la bontà dei contenuti, poi è stata la volta di Esther Basile, coordinatrice e promotrice della scuola. "L'incontro con Narni è stato casuale – ha detto – ma mi è bastato pochissimo ad innamorarmi di questa città ed a pensare che vi si potessero organizzare iniziative di un certo spessore. Abbiamo alle spalle anni di esperienza, maturati all'ombra della straordinaria struttura che è quella dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. Sono convinta che il corso che abbiamo strutturato permetterà a Narni di aprire nuovi ed importanti orizzonti alla città, promuovendone contatti e arricchendo il bagaglio di esperienze culturali". Chi volesse partecipare al corso può trovare informazioni sul blog: www.scuolaestivanarni.blog.tiscali.it
(Nella foto un momento della conferenza stampa)



17/6/2007 ore 5:37
Torna su