Giovedì 17/08/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:40
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: continua la "guerra" tra FI-FdI e Tutti per Narni, l'opposizione si spacca sempre di più
Adesso la rottura è quanto mai certa. I battibecchi cui hanno dato vita sono più eloquenti di qualsiasi altra cosa. Tutti per Narni e Forza Italia, difficilmente potranno ricompattarsi da qui alle prossime amministrative. Ricapitolando: TpN nel presentare il proprio programma, aveva detto, in modo chiaro, di non essere interessato come gruppo a fare delle alleanze. Ed anzi aveva provevduto ad uffucializzare il nome del proprio candidato, che sarà nuovamente Gianni Daniele. A Forza Italia-Fratelli d'Italia e Progetto per Narni non era andata giù la decisione presa da TpN e lo aveva affermato in modo chiaro in un comunicato. Ora la nuova replica di TpN che getta ulteriore benzina sul fuoco. "Non riusciamo a capire - è scritto in un comunciato -, il perchè di tanto livore nei nostri confronti. E’ l’ennesimo intervento pesante fatto da FI-FdI verso di noi, quasi che fossimo noi i loro avversari. Eppure la nostra idea di politica è chiara ed è rimasta la stessa sin da quando è sorta la nostra associazione che ha poi dato origine alla lista civica. Nelle elezioni di questi anni abbiamo lasciato libertà di voto ai nostri simpatizzanti, sia alle Europee che alle Ppolitiche, mentre alle provinciali (metodo indiretto) abbiamo promosso un'associazione di liste civiche di varia origine. Per finire con le regionali dello scorso anno, non abbiamo fatto l’accordo con Ricci, proprio perché era diventato il candidato del centrodestra. Quindi - continua il comunicato di TpN -, non capiamo il perché il nostro modo di agire dovrebbe 'dividere' il centrodestra narnese se ora abbiamo deciso di non aderire ad una loro coalizione. Noi non siamo di centrodestra, ma non siamo neanche di centrosinistra. Siamo un gruppo di persone che ritiene che, quando la metà dei cittadini non vota più e quando la metà di quelli che votano si esprime a favore di partiti di protesta, vuol dire che la politica dei partiti ha ormai perso il contatto con la realtà. Noi stiamo percorrendo una nuova strada 'civica' per riportare l’interesse e l’impegno dei cittadini verso la partecipazione politica. La maggior parte di noi non ha nessuna esperienza politica precedente, alcuni hanno dei percorsi diversi. Ci siamo trovati insieme su un bisogno di condividere un progetto di governo della città, al di là delle ideologie e dei partiti esistenti. Questo progetto intendiamo ripresentare alle prossime elezioni comunali, mettendoci la nostra faccia ed il nostro impegno".
Alleanze possibili, ma non con i partiti politici
Sulla possibilità di fare delle 'allenaze, TpN ha le idee chiare. "Siamo aperti a tutti i cittadini, alla società civile ed a tutti quelli che vogliono un futuro migliore per Narni.Quindi su questo discorso intendiamo mettere la parola 'fine'. Non risponderemo ad ulteriori attacchi. Auspichiamo, che pur in presenza di opinioni politiche diverse, siano fatti salvi l’educazione ed il rispetto che non abbiamo visto finora. Sul fatto che la strategia migliore per mandare a casa il partito di governo della città sia una nostra alleanza con Forza Italia, Fratelli d’Italia e il sedicente gruppo civico umbro, è un'idea loro e non nostra. Sul fatto che, sempre secondo loro, la nostra sia una realtà 'isolata', rispondiamo con i numeri, quelli che abbiamo mostrato in occasione della presentazione della nostra proposta alla città ed alla quale hanno partecipato tantissime persone. Ci auguriamo che nel proseguio della loro azione politica gli amici di Forza Italia, Fratelli d’Italia e del sedicente movimento civico umbro, capiscano che i loro avversari politici non siamo noi, ma la coalizione che governa Narni, altrimenti rischiano di apparire confusi e disorientati nei confronti dell’opinione pubblica".
(Nella foto, Gianni Daniele, leader di Tutti per Narni)
25/10/2016 ore 4:23
Torna su