Mercoledì 02/12/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:24
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
<
Narni: contagi ancora in aumento con 23 nuovi positivi (totale 177), ci sono però 7 guariti
In base alle comunicazioni ufficiali della Usl sono risultati positivi al Covid-19 altri 23 cittadini narnesi. Ne sono invece risultati guariti 7 ad esito del tampone negativo. "Anche oggi - riferisce De Rebotti -, ho notizie di ulteriori positività e guarigioni dai soggetti interessati che evidentemente Usl ufficializzerà nella giornata di domani. La situazione appena aggiornata è quindi di 177 casi totali di positività, dei quali 17 ospedalizzati (uno in più di ieri). Dei 17 casi ospedalizzati 8 risultano trattati in terapia intensiva. Dal mio approfondimento - continua il sindaco di Narni -, abbiamo 40 cluster familiari (quattro in più) a cui sono riconducibili 91 casi di positività, che comprendono diversi dei casi più critici. Dopo aver passato in esame le guarigioni dei giorni scorsi, ho verificato che abbiamo il cluster scuola a 3 casi ancora positivi e quello dell'ambito sanitario a 8 casi ancora positivi presenti. Anche in virtù delle scuole rimaste chiuse, quindi, il cluster scuola sta andando in esaurimento, abbassato quello dei servizi sanitari mentre assolutamente prevalente quello della trasmissione in ambito famigliare e parentale. Da lunedì, grazie all'impegno del Sindaci di Deruta Daniele Tognaccini, pres. Anci Umbria, la Regione adotterà finalmente la direttiva in base alla quale i Sindaci non dovranno più emettere ordinanza di isolamento contumaciale per i positivi e relativa ordinanza di cessazione di isolamento contumaciale una volta ottenuto tampone negativo. Le comunicazioni ai soggetti interessati verranno direttamente forniti dai medici di base. Penso e mi auguro - sottolinea De Rebotti -, che continuerà ad arrivare a noi l'aggiornamento quotidiano dei casi per poter seguire l'evoluzione della vicenda, garantire servizi indispensabili come le forniture alimentari e di medicinali a coloro che sono in isolamento e non hanno chi può provvedere per loro conto a queste funzioni. E soprattutto per dedicarci ad un controllo quotidiano e con diversi strumenti del rispetto dei termini dell'isolamento contumaciale. Si continuano ad effettuare un numero considerevole di tamponi, rapportato all'aumento dei casi delle ultime settimane e ripeto che il miglior vaccino continuiamo ad essere noi. Ed ormai sapete, come lo so io, come somministrarlo con coscienza e quotidianamente".
7/11/2020 ore 19:55
Torna su