Domenica 23/04/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:35
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: città senza wifi gratis, Rubini (Pd) chiede al Comune di adeguarsi ai tempi
Wifi libero nei principali luoghi di aggregazione del territorio comunale. Se ne parla da diverso tempo, ma l'argomento a Narni è ancora tabù. A differenza di quanto accade in molte altre città, a Narni se provi a cercare una rete wifi "free" non la trovi. Dunque per navigare in Internet devi per forza utilizzare il 3g, pagando un abbonamento al gestore telefonico. Ora Giovanni Rubini (Pd) torna alla carica per sollecitare il comune ad attivare una rete in grado di servire le tantissime persone (studenti, turisti e cittadini) che vogliono essere online anche quando sono in giro per la città. "La Regione Umbria - ricorda Rubini - è in prima linea per aumentare questi servizi e per diminuire il Digital Divide (ossia il divario esistente tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie dell’informazione e chi ne è escluso). Il Comune di Narni si era impegnato a promuovere l’uso del Wi-Fi free negli uffici pubblici ed ampliare la copertura della rete Internet specialmente nella biblioteca comunale e nel museo. Il Consiglio Comunale di Narni nella corrente consiliatura ha esaminato ed approvato all’unanimità, con parere favorevole da parte della giunta, una mozione, convertita in un ordine del giorno, che impegnava la Giunta tra le altre cose a promuovere la copertura Wi-Fi degli uffici amministrativi e delle zone limitrofe (piazza Priori e piazza Garibaldi). Nel contempo si era preso l'impegno di integrare le reti Wi-Fi già presenti sul territorio comunale ed offerte da enti, istituzioni ed associazioni sotto un'unica rete civica cittadina e di installare dei ripetitori nei giardini di San Bernardo a Narni ed al Parco dei Pini di Narni Scalo per poter sfruttare al meglio le aree verdi e migliorare le zone ricreative, vivibili anche grazie a questo sistema". Secondo Rubini è necessario "integrare ed istallare nei Centri Civici del nostro Comune questo sistema di rete cittadina, in modo che anche le frazioni siano integrate con questa rete Wi-Fi per permettere una completa copertura del territorio comunale che consenta l’abbattimento del digital divide". "Una volta sviluppato il sistema Wi-Fi comunale è necessario aderire al progetto "Free ItaliaWiFi", progetto con il quale  è possibile navigare gratis non solo nelle aree Wi-Fi pubbliche della propria città, ma anche nelle altre reti Wi-Fi delle amministrazioni che hanno aderito alla rete nazionale".  Il consigliere comunale del Pd chiede alla Giunta Comunale di riferire in Consiglio in merito a quali punti sono in fase di sviluppo dell'Ordine del Giorno, e di riferire come l’amministrazione vuole procedere per ampliare i propri servizi offerti nel web ai cittadini".
18/3/2014 ore 15:35
Torna su