Martedì 17/07/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 23:11
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: c'erano una volta i grandi veglioni di Capodanno, la crisi taglia le feste in piazza
C'erano una volta i grandi veglioni di San Silvestro e le feste in piazza nella notte dell'ultimo dell'anno. La scure della crisi si è abbattuta immancabilmente anche sulla nostra città dove, anche quest'anno, non ci sarà nessun evento ufficiale che permetta ai cittadini di ritrovarsi nelle piazze del centro storico. Non è colpa di nessuno, beninteso; la crisi morde, i soldi non ci sono per questioni serie ed importanti, figuriamoci se si possono spendere per organizzare il veglione di Capodanno. I cittadini sono consapevoli di questo e non hanno nulla da rimproverare agli amministratori. I narnesi che hanno superato la quarantina ricordano, tuttavia, con un velo di nostalgia i tempi in cui nella notte dell'ultimo dell'anno si facevano grandi feste in piazza, con musica e baldoria che duravano fino alle 4 del mattino successivo. Ed allora, anche in questa occasione, ci piace rivolgere il nostro affettuoso pensiero a Marcello Contavalli, il personaggio che di feste di Capodanno ne ha organizzate tante e tutte piene di gente. Erano gli anni del grande tendone che veniva montato in piazza dei Priori, con lui (Marcello) che faceva ballare centinaia di persone. Altri tempi. Che non potranno, ahinoi, più tornare. La voglia di fare festa e di stare insieme ai narnesi, comunque, non manca e sono tante le feste private, o quello organizzate nei ristoranti cittadini, dove essi si ritroveranno per brindare all'arrivo del nuovo anno.
31/12/2017 ore 3:15
Torna su