Lunedì 26/06/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:04
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: bilancio positivo per "Nera d'Inchiostro", gli organizzatori già pensano all'edizione del 2015
Bilancio positivo per la prima edizione di "Nera di Inchiostro", l'evento andato in scena sabato e domenica alla Rocca di narni. Si preannunciava una mostra piccola ma piena di contenuti, e così è stato ma con un'atmosfera degna dei grandi eventi. Ad accogliere i visitatori c'era il patron Mauro Laurenti, con le cartoline esclusive realizzate per l’occasione, gli addetti delle Poste Italiane affrancavano e timbravano le stesse con uno speciale annullo filatelico realizzato per l’occasione. Gli stand non potevano essere tantissimi, visto lo spazio esiguo concesso alla manifestazione, ma quasi tutti erano stand dedicati al fumetto nella sua accezione più pura. Collezionisti di tavole, associazioni di lettori, tanti disegnatori e qualche casa editrice presente con i disegnatori al seguito. Partecipavano all’evento anche alcuni collezionisti che vendevano fumetti da collezione. C’è stato anche spazio per i libri, un particolare questo da non sottovalutare. Interessanti le conferenze e le mostre, inoltre molti autori hanno firmato delle stampe realizzate per l’occasione e si sono messi a disposizione dei fans che hanno potuto ricevere dei disegni. Essendo Mauro Laurenti uno dei pilastri di Zagor non poteva esimersi dal dedicare una parte della mostra degli originali al maestro Gallieno Ferri. Bellissime le tavole di Dragonero, una delle nuove serie Bonelli di stampo fantasy. Tra gli stand più interessanti quello di “Segni d’autore” con Carlo Rispoli che dedicava i suoi volumi (l’isola del tesoro e Sangue sul lago Otsego) e Splatter con il nuovo numero della rivista horror per eccellenza. Sicuramente questa prima edizione di "Nera d'inchiostro" è stata piacevole, un ambiente rilassato, piccolo, famigliare dove si vedevano solo visi sorridenti e dove la gentilezza è stata protagonista unitamente alla grande passione per il fumetto e la cultura. Ci si aspetta tuttavia che dalla prossima edizione ci sia una crescita, magari uno spazio più grande in modo da poter coinvolgere più realtà del fumetto italiano.
9/9/2014 ore 14:38
Torna su