Giovedì 19/10/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 23:48
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: beghe politiche tra Pd e Psi, a tre mesi dalle elezioni la maggioranza mostra segni di insofferenza
La maggioranza alla quale i narnesi hanno affidato il compito di amministrare il territorio da qui al 2022, mostra delle "crepe" che non fanno presagire nulla di buono. I problemi sarebbero nati, già da qualche tempo, fra il Partito Democratico ed i socialisti. Qualcuno sostiene che più che il Pd, ad avere divergenze di vedute con il Psi sia il sindaco che, all'improvviso, si sarebbe accorto di non andare più d'accordo con il suo vice Marco Mercuri. Se così fosse la cosa sarebbe quantomeno curiosa perchè i due (De Rebotti e Mercuri) stavano insieme anche nella passata legislatura e la loro "unione" era sembrata funzionare. Dunque, se essa non fosse stata improntata all'insegna del rispetto reciproco, la spaccatura si sarebbe dovuta consumare molto tempo prima delle elezioni. Così non è stato, tanto che Mercuri ha appoggiato la candidatura bis di De Rebotti ed ha fatto la sua campagna elettorale, insieme ai propri compagni di partito, spendendosi in modo importante per portare voti al rieletto sindaco. Senza il prezioso apporto dei socialisti, sono i numeri a dirlo, De Rebotti avrebbe visto con il binocolo la vittoria ed oggi sarebbe stato a fare il consigliere di opposizione. Cosa abbia portato le due forze politiche (Pd e Psi) a "bisticciare" tra loro non è dato saperlo. Che accadrebbe se i socialisti dovessero decidere di uscire dalla maggioranza? Da un punto di vista "numerico" niente, perchè il Pd e la lista civica che sostengono il sindaco manterrebbero comunque il loro vantaggio sulla minoranza. Certo è che si aprirebbe una questione politica di non poco conto, con tutta una serie di problemi che ne potrebbero derivare, ma, obiettivamente, ad oggi appare piuttosto improbabile che il Psi intenda percorrere una strada del genere. Si tratta di capire e di vedere se lo "strappo" che c'è stato tra le due forze di maggioranza sia di carattere passeggero oppure no. I narnesi si augurano di si, perchè a soli tre mesi dall'insediamento del nuovo consiglio comunale, assistere a "beghe" del genere non fa piacere a nessuno di loro.
28/9/2017 ore 2:43
Torna su