Sabato 16/12/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:11
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: è iniziato il conto alla rovescia per la 48esima edizione della festa, si parte il 21 aprile
E' stato presentato presso la Sala del Camino di Palazzo Eroli il programma della 48esima edizione della Corsa all'Anello, che avrà inizio il 21 aprile e si concluderà l'8 maggio. La manifestazione comprende circa 100 eventi. Alla conferenza stampa erano presenti il sindaco di Narni e presidente dell'Ente Corsa all'Anello Francesco De Rebotti, il vice presidente della giunta della Regione Umbria Fabio Paparelli, l'assessore alla cultura ed al turismo di Narni Gianni Giombolini, il segretario generale dell'Ente Corsa all'Anello Carlo Capotosti ed il responsabile della segretaria delle pubbliche relazioni Federico Montesi. Presenti anche lo chef Giorgio Barchiesi (Giorgione), rappresentanti della giunta comunale di Narni, dell'Ente Corsa e dei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria ed alcuni sindaci dei Comuni della Maratona dell'Olio. “ La 48esima edizione della Corsa all'Anello – ha affermato il sindaco De Rebotti – presenta un programma molto ricco. La nostra festa sta crescendo molto e mi preme precisare che filologicamente è la più attinente alla storia. Storia nella quale anche quest'anno avremo il piacere di tuffarci grazie agli eventi e ad alcune novità di cui vado fiero. Prima fra tutte l'inaugurazione di Palazzo dei Priori che ospiterà, tra le altre cose, la sede di rappresentanza dell'Ente Corsa ed il museo del costume medievale. Ricapitalizzare i patrimoni della città e metterli a disposizione della festa è uno dei nostri obiettivi ed abbiamo intrapreso la strada giusta. Stiamo infine ragionando anche sulla proposta di una seconda edizione della Corsa all'Anello ed anche in questo senso potremo avere presto delle novità”. “E' in questa sede – ha aggiunto Paparelli - che mi piace ribadire l’importanza di questa manifestazione verso la quale cercheremo di mantenere una grande attenzione, come Regione Umbria, anche in un periodo complicato e di ristrettezze economiche. Una manifestazione che apre di fatto la stagione delle rievocazioni storiche in Umbria, rappresentandone un’eccellenza. La scelta di testimonial importanti che animeranno la festa ben si sposa con quanto stiamo facendo in ambito turistico come Regione Umbria dove stiamo compiendo passi importanti verso una nuova strategia con un nuovo nuovo concept che risponde ad una esigenza di maggiore semplicità ed efficacia e che in particolare si ristruttura secondo lo schema composto da tre  elementi identificativi turistici: paesaggio, cultura e spiritualità”. “La Corsa all'Anello – ha spiegato Giombolini – è un elemento che crea sviluppo sia culturale che turistico che sociale ed è con questo approccio che dobbiamo considerarla. La festa costituisce una grande opportunità per la crescita della città ed in questa occasione voglio ringraziare il lavoro di tutti i volontari che contribuiscono a fare in modo che la Corsa all'Anello migliori anno dopo anno. Mi preme infine sottolineare l'attivazione del circuito degli ambienti medievali che sarà aperto tutto l'anno permettendo ai visitatori di vedere le ricostruzioni trecentesche anche al di fuori del periodo della festa. Una promessa fatta l'anno scorso, proprio in occasione della presentazione della Corsa all'Anello, che è stata mantenuta”. Montesi e Capotosti dell'Ente Corsa, presentando il programma delle manifestazioni, hanno sottolineato “l'alta qualità degli eventi in cui la tradizione ben si sposa con l'innovazione, in una strada intrapresa verso il cinquantennale che vede la festa crescere sempre di più. Fondamentale in questo senso anche l'apertura della Corsa all'Anello a 'contaminazioni' esterne con la scelta dei testimonial che potranno rappresentare tutte le eccellenze della festa, catturando l'attenzione di un pubblico sempre più vasto. La Corsa all'Anello rappresenta un momento molto importante per il territorio narnese e per la sua promozione e bisogna saper cogliere tutte le opportunità che la festa offre”.
17/4/2016 ore 5:55
Torna su