Lunedì 26/06/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:26
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narnese: il presidente Paolo Garofoli si dice pronto a mollare, nubi all'orizzonte per il futuro della società
Hanno fatto un certo scalpore negli ambienti calcistici cittadini le dichiarazioni rilasciate da Paolo Garofoli, co-presidente della Narnese al Messaggero. "Potremo anche decidere di smettere - avrebbe piò o meno affermato Garofoli -, e riconsegnare le chiavi della società al sindaco De Rebotti". Nell'articolo uscito sul Messaggero si faceva effettivamente riferimento "agli scenari societari davvero ingarbugliati". Nonostante questo ci sarebbe tuttavia la voglia di continuare ad andare avanti da parte di Paolo Garofoli, che però fa notare "la grande quantità di denaro che ho investito nel progetto Narnese". "Quello che pare ostacolare il continuare la collaborazione - è scritto ancora nell'articolo - sono i rapporti tra la società ed il comune, diventati freddi negli ultimi tempi. 'Non sappiamo perché - dice il presidente rossoblù -, abbiamo investito denaro, siamo contenti di investirne ancora, abbiamo in cantiere progetti che porterebbero occupazione e sviluppo – dice ancora Garofoli – Dal Comune solo dilazione, solo attendismo e rimandi. Le società, di calcio come quelle di capitali non funzionano così. Anche il Governo Renzi fa vedere che ci vuole anche una certa dose di decisionismo, nel rispetto e nella legalità, certo, ma senza arrivare alle calende greche". Sembrerebbe di capire, insomma, che al di là del problema calcio possano esserene degli altri che Garofoli non ha spiegato fino in fondo. Il sindaco per il momento non rilascia dichiarazioni. Di certo c'è che la Narnese, che un anno fa di questi tempi festeggiava il suo ritorno in serie "D", quest'anno è retrocessa, piazzandosi al penultimo posto della classifica. Un campionato che dal punto di vista dei numeri si può dunque considerare fallimentare, al punto da fiaccare gli entusiasmi. Forse anche quelli dei due presidenti: Paolo Garofoli e Moreno Gubbiotti. Staremo a vedere cosa accadrà nei prossimi giorni. Certo è che è grazie a questi due imprenditori se il calcio a Narni è sopravvissuto a buoni livelli negli ultimi dieci anni.
7/5/2014 ore 2:55
Torna su