Domenica 21/07/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:13
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Lunedi 13 luglio il sindaco va in Regione per parlare di ospedale unico e punto nascite
A Perugia, per incontrare la Marini e il nuovo assessore regionale alla Sanità. Il sindaco di Narni, Francesco De Rebotti, lunedi 13 luglio salirà nel capoluogo e si incontrerà con i massimi dirigenti regionali. Il nuovo ospedale comprensoriale di Narni-Amelia e i servizi sanitari sul territorio saranno i temi del vertice in programma. All'incontro parteciperanno anche l'assessore Fabio Paparelli, il direttore regionale alla Sanità Emilio Duca e il direttore generale dell’Asl 2 Sandro Fratini. “L’incontro arriva dopo una settimana di intenso lavoro istituzionale – dichiara De Rebotti – lontano dai riflettori proprio per la delicatezza e importanza delle questioni sul tavolo. Comune, Regione e Asl non sono però stati con le mani in mano, i passi avanti sul nuovo ospedale, come annunciato dall’assessore Barberini, lo confermano. Al vertice – annuncia de Rebotti – ribadirò la posizione mia e dell’amministrazione. Il nuovo ospedale, che sta nel piano sanitario regionale in virtù del quale sono già sorti nuovi ospedali in Umbria, è un elemento fondamentale senza il quale si mette in discussione il futuro dei presidi sanitari sul territorio".
SPERANZE PER IL MANTENIMENTO DEL PUNTO NASCITE
De Rebotti, ribadisce poi la propria posizione rispetto alla decisione di Regione ed Asl di chiudere il punto nascite di Narni. "Come abbiamo sempre sostenuto - afferma -, i servizi erogati dall’attuale ospedale, tra cui il punto nascite, non possono essere sottoposti a riorganizzazione prima che siano compiuti gli atti necessari alla realizzazione della nuova struttura sanitaria, nel rispetto degli impegni presi e concordati dalle istituzioni. Questa è la linea che ho condiviso e che ho tenuto con chiarezza fin dall’inizio, con l’unico obiettivo di lavorare all’attuazione del piano sanitario e tutelare l’interesse dei cittadini".
11/7/2015 ore 3:30
Torna su