Lunedì 12/04/2021
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:34
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Montoro: la polizia sorprende due giovani clandestini stranieri nascosti nel cassone di un camion che viaggiava sul Rato
Una pattuglia della Polizia Stradale di Terni, mentre transitava sul Rato, ha notato il conducente di un veicolo industriale di nazionalità serba, che cercava di attirare l’attenzione degli agenti facendo ampi cenni con le braccia e con l’intento di farsi seguire e raggiungere. Gli agenti hanno fermato il mezzo all’altezza dello svincolo di Narni-Montoro. Il conducente ha spiegato ai poliziotti che dentro al semirimorchio sospettava potessero esservi delle persone, in quanto aveva sentito provenire dei colpi e delle voci. Dopo aver scortato il veicolo in luogo idoneo e chiesto l’ausilio di personale della Questura, dei carabinieri di Narni e di un’ambulanza, gli operatori hanno provveduto a rimuovere il sigillo apposto sui portelloni di carico posteriore del semirimorchio, elemento di sicurezza, questo, con impressa la sigla "HR Stato Croazia", riconducibile all’autorità che aveva provveduto alla piombatura. All’interno del vano di carico, riposti sopra i bancali della merce trasportata, costituita da mangimi per animali, i poliziotti hanno trovato due ragazzi con un’età apparente di circa 20 anni, che non parlavano né comprendevano la lingua italiana, né quella inglese. Entrambi erano sprovvisti di documenti d’identità. Viste le precarie condizioni fisiche in cui versavano i due sono stati trasportati dal personale sanitario a bordo dell’ambulanza e scortati dalla volante della Questura di Terni, presso l’ospedale "Santa Maria" al fine di sottoporli alle cure del caso nonché agli accertamenti riguiardanti il Covid-19. Più tardi si è appreso che uno dei due giovani era risultato positivo al tampone del Covid-19, mentre l’altro, che avrebbe dichiarato di essere minorenne, essendo stato a stretto contatto è stato sottoposto alla misura sanitaria preventiva della quarantena obbligatoria e successivamente affidato ai servizi sociali del Comune di Terni. Dalle informazioni raccolte è emerso che il conducente del camion era all’oscuro della presenza dei due ragazzi nascosti all’interno del vano di carico del semirimorchio. La sua versione - fanno sapere dalla questura di Terni -, al momento, appare credibile, anche se proseguono le verifiche per verificare le modalità con le quali, in territorio straniero, i due giovani siano riusciti a salire a bordo del veicolo, vista la presenza della piombatura apposta come sigillo, riscontrata intatta, nonché il telone posto a copertura, anch’esso integro su tutta la superficie del suo perimetro.
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
8/3/2021 ore 15:20
Torna su