Venerdì 20/10/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:21
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Guadamello-San Vito, il cimitero è "pieno", Amici (TpN): "no a soluzioni provvisorie, si solo all'ampliamento"
Trovare “casa” diventa difficile anche dopo morti. Dei cimiteri frazionali ci eravamo già occupati nei giorni scorsi. Torniamo a farlo dopo il nuovo intervento fatto ieri in consiglio comunale dal capogruppo di TpN Alessandro Amici. Quest'ultimo è tornato sull’argomento, sollecitando il sindaco a risolvere l’increscioso problema che si sta verificando presso il cimitero di San Vito-Guadamello. “Qui i loculi ‘disponibili’ – scrive Amici in un’interrogazione -, sono pressoché terminati. Questo sta a significare che in futuro (speriamo più tardi che mai) non ci sarà più posto per ospitare altre salme. Il comune, attraverso l’assessore Giombolini, ha provato a tranquillizzare i cittadini, facendo credere che su questo versante la situazione sia sotto controllo, ma non è per niente così. Prendiamo atto dell'annunciato progetto riguardante l’ampliamento del cimitero di Narni Scalo, pur nutrendo dei dubbi rispetto ai soldi che serviranno per realizzare tale opera. Che si tratti di uno dei tanti ‘spot’ elettorali che la giunta De Rebotti sta propinando in questo periodo ai cittadini narnesi? Staremo a vedere. Ma è sulla situazione di 'tutto esaurito’ che si sta registrando presso il cimitero di Guadamello-San Vito che vogliamo occuparci. Ci è parso di capire che il comune intenderebbe risolvere la situazione ‘recuperando’ dei vecchi loculi, probabilmente quelli dove riposano le spoglie di qualche cittadino passato a miglior vita molti decenni or sono. Ma quanti loculi sarà possibile recuperare attraverso questa manovra? Non ci pare possa essere questa la soluzione adatta. Si parla anche di costruire all’interno dello stesso cimitero una nuova batteria di loculi. Ma anche in questo caso troviamo l'idea improponibile. Perché, piuttosto, non pensare alla soluzione più logica ed anche più facile che sarebbe quella di ampliare all’esterno il cimitero stesso? Cosa c'è che impedisce ai nostri amministratori di muoversi in questa direzione?”. Amici, in uno slancio di stampo elettorale, si lascia andare ad una conclusione che ha il sapore della promessa: “Se i cittadini ci daranno la loro fiducia, promettiamo loro un adeguato ampliamento del cimitero, attraverso un intervento in grado di garantire i ‘fabbisgni’ di questa parte del territorio per i prossimi decenni. Faremo questo e cercheremo di adottare lo stesso metodo per tutti i cimiteri comunali”.
28/2/2017 ore 2:53
Torna su