Mercoledì 16/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 15:10
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Finisce con una vittoria di misura (1 a 0 con goal di Botta) il "derby" tra Narnese e Arrone
Narnese: Taddei, Angeli (18 st Silveri), Proietti, Faiola (18 st Rosati), Botta, Brozzetti, Schenardi, Tassone, Cioci, Marrocolo (12 st Piovanello), Raggi. All:Schenardi (Pelliccio, Biagetti, Maccaglia, Piccini).
Arrone: Grilli, Bigi, Pobega (28 st Migliorini), Pellegrini, Moretti, Torroni (29 st Romeo), Valli (33 st Finauro), Conti, Calvaresi,, Papatolo, Ousalemme. All: De Nigris (Papi, M. Cassetti, Colurcio, G. Cassetti).
Arbitro: Ferranti di Terni (Scopertini, Armeni)
Rete: al 50’ st Botta.
Una Narnese certamente non bella ma altrettanto indomita batte l’Arrone sul filo di lana grazie ad un goal, l’ennesimo decisivo, del difensore centrale Botta che al 50’ trasforma in rete il calcio d’angolo della disperazione. Fin li la partita non era stata esaltante sotto il profilo tecnico. La Narnese ha provato a giocare ma ha trovate pane per i suoi denti in un Arrone che ha fatto della tattica del fuorigioco e del mucchio a centrocampo la sua unica risorsa per portare in Valnerina un punto d’oro per la sua asfittica classifica. Alla fine ha vinto dunque la squadra che ha cercato di più di giocare al calcio ed una volta tanto il "Dio" del pallone ha fatto la sua parte. Al "San Girolamo" rbitrava un ternano: Ferrante; cosa dire del suo operato? Nulla di buono purtroppo. Il ragazzo è apparso privo della necessaria personalità ed emozionato oltremisura. Solo così si può spiegare il mancato minuto di raccoglimento in memoria delle vittime del maremoto, che probabilmente l'arbitro deve essersi dimenticato di far effettuare. Riguardo alle decisioni prese in campo dall'uomo in nero, alla fine sono stati di più gli arronesi a protestare che non i padroni di casa e questo perchè perché il gol partita è arrivato al 50’ ; prima ad avere motivi per recriminare erano stati invece i padroni di casa. Per un fuorigioco fischiato a Cioci e apparso inesistente nel primo tempo e per un mani in area di Migliorini nel quarto d’ora finale. Sta di fatto comunque che a vincere è stata la Narnese che resta al comando di una classifica sempre più rossoverdeblu. (G.C.)






6/1/2005 ore 17:25
Torna su