Domenica 17/12/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 16:54
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Elettrocarbonium, l'azienda da l'ultimatum "è necessario chiudere il negoziato entro il 19 febbraio"
Parlano di nuovo i vertici della nuova Elettrocarbonium. E dai toni usati nella lettera inviata alla stampa, sembra proprio che questa sia una missiva che in qualche modo chiarisce la posizione dei proprietari dell'azienda di Narni Scalo. "A seguito della comunicazione pervenutaci da Sgl Carbon venerdì 12 febbraio scorso - si legge nella nota -, Elettrocarbonium, attraverso i propri legali, in data odierna ha inviato a Sgl, al Ministero dello Sviluppo Economico, alla Regione Umbria e al Sindaco di Narni una proposta da considerarsi conclusiva e finalizzata al proseguo dell'attività industriale dello stabilimento di Narni". poi i punti "salienti" della proposta. Che riguardano "la cessione degli assets immobiliari ed industriali da parte di Sgl in liquidazione ad Elettrocarbonium S.r.l. al prezzo concordato nel gennaio 2015; trasferimento da parte di Sgl in liquidazione a favore di Elettrocarbonium S.r.l. delle somme, garantite da Elettrocarbonium, utili per effettuare i lavori di bonifica in continuità produttiva, secondo i valori approvati in conferenza di servizi; impegno di Elettrocarbonium S.r.l. a garantire la prosecuzione dell’attività aziendale con il progressivo riassorbimento della forza lavoro ed a rispettare, quindi, il requisito della bonifica in continuità; impegno di Elettrocarbonium S.r.l. a farsi carico di eventuali incrementi di costi correnti in relazione ai lavori già preventivati ed approvati dalla conferenza di servizi". "La chiusura del negoziato - , è scritto nella proposta -, ove dovesse esservi l’accettazione di Sgl in liquidazione, dovra’ essere perfezionata entro e non oltre la data del 19 febbraio 2016, termine ultimo per non compromettere definitivamente la continuità produttiva di Elettrocarbonium S.r.l.". "Riteniamo chiude il comunicato - si tratti di una proposta equilibrata che soddisfa tutte le parti, tesa al raggiungimento di una conclusione positiva del negoziato in atto. Auspichiamo che Sgl dia un riscontro positivo alla stessa e non impedisca la prosecuzione dell'operatività e lo sviluppo futuro dell'area industriale di Narni, rendendo vani tutti gli sforzi sin qui fatti".
(Nella foto Monachino, Marini e De Rebotti. Erano i tempi della ripartenza dell'Elettro)
15/2/2016 ore 16:51
Torna su