Mercoledì 18/10/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:29
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Cimiteri al limite del collasso, Forza Italia chiede spiegazioni al comune: "chi ha sbagliato paghi"
La notizia, rimbalzata giorni fa su un noto quotidiano locale, ha destato molta curiosità. In base a quanto era riportato nell’articolo sembra che presso il cimitero di Guadamello e San Vito siano terminati i “posti” dove tumulare i defunti. “Tutto pieno”, quindi gli abitanti delle due frazioni, (in tutto circa 600 anime) sono pregati di rimandare a tempi migliori ogni intenzione di lasciare questo mondo. Battute scherzose a parte, il problema del cimitero di Guadamello e San Vito sembrerebbe essere piuttosto serio, perché se pure non fosse vero che non ci sta più neanche un “fornetto” disponibile, è pur vero che il cimitero è giunto al limite della capienza. Insomma, se il comune non si deciderà di costruire altri loculi, i futuri defunti di questa zona di Narni, dovranno essere tumulati altrove. Il problema che si sta manifestando a Guadamello, sembra essere abbastanza diffuso anche in altre frazioni. Forza Italia sull’argomento ha deciso di scriverci un’interrogazione urgente che è già sul tavolo del sindaco. “La denuncia fatta dai cittadini di Guadamello – si legge nell’interrogazione firmata dal capogruppo Bruschini -, non è che la punta di un iceberg. A Narni, oltre al cimitero principale, ci sono molti altri camposanti distribuiti nelle frazioni. Il problema del ‘sold-out’ dei loculi non sembrerebbe essere riferito solo a Guadamello. Ci chiediamo come sia possibile arrivare a simili situazioni di emergenza. A questo punto ci chiediamo se esiste un censimento dei cimiteri e della relativa capienza di ognuno di essi. Se esiste, viene regolarmente aggiornato? Se la situazione viene tenuta, come ci auguriamo, sotto controllo sarebbe normale che quando la disponibilità dei loculi scende sotto una soglia di attenzione, si provvedesse a mettere mano a nuovi progetti ed ampliamenti. Ci dicono che in alcuni cimiteri non c’è più lo spazio materiale per fare degli ampliamenti. Di fronte ad un problema del genere come pensa di risolvere la situazione il comune? Sarebbe il caso di iniziare a valutare l’ipotesi di acquisire i terreni confinanti. Stiamo parlando di cimiteri, quindi di luoghi importanti sia sotto il profilo sociale che etico e religioso. Certo è – conclude Bruschini nella sua interrogazione – che se la situazione fosse davvero al collasso non solo a Guadamello ma anche in altri cimiteri, dovranno essere individuati i responsabili di quello che sarebbe un vero e proprio disservizio”.
22/2/2017 ore 4:00
Torna su