Martedì 14/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 10:05
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Cavicchioli sulla Terni-Fiano: "Sarebbe una soluzione importante ma se non interverrà il Governo, ci vorranno anche risorse private per realizzarla"
Il Consiglio provinciale ha affrontato la dibattuta questione del collegamento della realtà ternana e narnese con Roma, tramite l’ipotizzato nuovo tracciato che da Stroncone, passando per Passo Corese, giungerebbe fino a Fiano Romano. L’argomento era stato introdotto da due mozioni presentate in ordine temporale, la prima da tutti i Gruppi Consiliari di centrosinistra, la seconda dai Gruppi Consiliari di centrodestra che hanno caratteristiche comuni e che si esprimono positivamente in riferimento all’idea progettuale, anche se presentano alcuni elementi di diversità rispetto ai dati di approccio. Le mozioni sono state illustrate dal primo firmatario del centrosinistra il consigliere Alberto Sganappa dello Sdi e dal capogruppo di Forza Italia Ermanno Ventura, i quali hanno ribadito i concetti di fondo delle stesse. Nel dibattito è intervenuto anche il consigliere dei Democratici di sinistra Marco Sciarrini il quale ha espresso il consenso alla mozione presentata dal centrosinistra ed ha inquadrato la questione nel contesto più ampio delle opere infrastrutturali per il territorio. Il dibattito è stato concluso dal Presidente della Provincia Andrea Cavicchioli il quale ha ribadito il proprio giudizio positivo in merito all’idea progettuale proposta, evidenziando la necessità di un approfondimento che consenta di mettere a punto tutte le questioni inerenti ad un percorso concreto. Cavicchioli ha anche ribadito l’importanza di dotare il territorio di infrastrutture che consentano di rispondere all’esigenza del modello di sviluppo locale, rispettando in primo luogo la programmazione già precedentemente adottata e gli impegni assunti dal Governo per il sistema delle autonomie locali per il completamento della Terni-Rieti, il raddoppio della Orte-Falconara, il completamento della Orte-Civitavecchia, con la messa a sistema del centro intermodale di Orte per il quale sono in corso le procedure per la realizzazione delle strutture, e la base logistica di Narni. “L’arteria in questione – ha dichiarato il Presidente Cavicchioli – assumerebbe notevole importanza perché decongestionerebbe il raccordo Terni-Orte che attualmente presenta notevoli difficoltà per l’utenza e problemi di inquinamento per l’area del Narnese e costituirebbe un ulteriore elemento per sviluppare una rete di contatti economici con il bacino romano che è di evidente ed oggettiva importanza per l’area ternana”. Cavicchioli ha quindi confermato l’impegno dell’Amministrazione provinciale nelle sedi e nelle forme opportune per favorire il percorso che sarà individuato, tenendo conto che appare determinante la questione finanziaria che va risolta o con un impegno del Governo, per inserire il progetto nella Legge-Obiettivo, o con un progetto di finanza che preveda il coinvolgimento di forze private, ovviamente con il rispetto delle garanzie che regolano il settore. I firmatari delle due mozioni si sono dichiarati d’accordo con l’impostazione del Presidente della Provincia e si è stabilito che la questione verrà trattata dall’apposita Commissione Consiliare permanente che dovrà elaborare un ordine del giorno unitario sulla base dei principi esposti.

3/6/2003 ore 17:25
Torna su