Sabato 16/02/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:33
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Calvi dell'Umbria: i carabinieri arrestano un 33enne che aveva allestito una piantagione di marijuana in casa
I carabinieri di Narni, in collaborazione con quelli di Calvi dell'Umbria, hanno tratto in arresto un 33enne straniero. L'uomo, un pregiudicato, è stato colto in flagranza per aver commesso il reato di produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il 33enne è stato intercettato dai militari di Narni nel corso di un posto di controllo eseguito sulla Flaminia Vecchia. Il ritrovamento sulla sua persona di una dose di hashish ed il suo atteggiamento evasivo e particolarmente nervoso ha indotto i carabinieri ad estendere la perquisizione presso la sua abitazione di Calvi dell’Umbria. L'intervento è stato eseguito con l’ausilio dei colleghi dell’Arma locale. Il rinvenimento, in una delle stanze del suo appartamento, di due serre artigianali ma ben strutturate, con all’interno dodici piante di marijuana, tutte in piena infiorescenza, nonché di tutto il “corredo” di lampade e concimi utilizzati per la coltivazione “indoor”, di due bilancini di precisione e dell’immancabile materiale utilizzato per il confezionamento e la suddivisione delle dosi, oltre ad ulteriori 35 grammi di hashish, ha indotto i militari ad arrestare lo straniero. Nei confronti del 33enne il Gip del Tribunale di Terni, che ne ha convalidato l’arresto nel corso dell’udienza per rito direttissimo, ha disposto l’obbligo di dimora nel comune di residenza e gli obblighi notturni. Secondo l'Arma, le piante sequestrate, che insieme arrivavano ad un peso totale di circa 2 chilogrammi, una volte essiccate, avrebbero permesso al pusher produttore in proprio di ricavare centinaia di dosi che, poi vendute al dettaglio, gli avrebbero fruttato un notevole guadagno.
2/2/2019 ore 14:33
Torna su