Domenica 30/04/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:44
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Baruffe politiche tra maggioranza ed opposizione, ora anche Bruschini (FI) attacca Lucarelli (Pd)
La polemica è innescata. E siamo ancora ben lontani dalle elezioni. Le dichiarazioni di Lorenzo Lucarelli, che a nome del Partito Democratico narnese, nei giorni scorsi aveva lanciato diverse frecciate ai partiti dell'opposizione, dopo la reazione provocata in casa TpN, ha innescato anche quella di Sergio Bruschini (FI). "Narni - afferma il capogruppo del partito azzurro -, non ha certo bisogno di sperimentare ciò che già conosce. Forse Lucarelli vorrebbe di nuovo irretire i narnesi con le solite frasi ad effetto, riprese da chi non ha nulla da dire. A partire dal nuovo anno, ci fanno sapere dal Pd, essi si apriranno all'ascolto della città per costruire una proposta. Strano - osserva Bruschini - che in tutti questi anni, nella stessa città, quelli del Pd siano rimasti sordi e muti. Bilanci preparati nel chiuso delle stanze, iniziative importanti quali: castello di San Girolamo, ospedale, punto nascita ed Sgl, elaborate nel segreto delle stanze e con i 'bizantinismi' della politica, in ossequio al 'regionale' potente di turno; queste sono state solo alcune delle vicende gestite in un certo modo e segnate da fallimenti. Addirittura oggi il Pd arriva ad evocare i pericoli per la democrazia, riesumando i nazionalismi e gli ismi del secolo scorso. Suvvia, caro Lucarelli, la vostra liturgia la conosciamo già e purtroppo nel tempo ha sempre confuso i cittadini narnesi. Speriamo che questa volta gli stessi aprano gli occhi. Narni non ha certo bisogno della solita minestra ormai stracotta ma di altro. Noi abbiamo la nostra ricetta i nostri uomini, i nostri valori, che proponiamo e confrontiamo senza demonizzare altri, questa già è una grossa differenza. Non abbiamo bisogno di denigrare gli altri per affermare le nostre proposte fatte da Odg, interpellanze, mozioni su tutti i temi riguardanti la città ed iniziative che ci sono state 'stoppate'. Ora la campagna elettorale avrà inizio. Ecco, il nuovo, per noi, si misurerà già da subito presentando le nostre proposte ai cittadini con persone capaci e valide. E soprattutto, affidandoci alla democrazia.
22/12/2016 ore 4:15
Torna su