Lunedì 22/01/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 20:43
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Amelia, la denuncia di Bruschini: "cataratta, dieci mesi di attesa per fare l'intervento"
La sanità che non funziona. Ovvero: quello che non piace ai cittadini. A segnalare un disservizio, che si starebbe verificando all'ospedale di Amelia, è il consigliere comunale narnese Sergio Bruschini. "Parliamo dell'intervento della cataratta - spiega l'esponente di Forza Italia -, ovvero di un'operazione chirurgica alla quale debbono sottoporsi inevitabilmente gran parte delle persone che hanno superato i sessanta anni e spesso anche persone più giovani. Ebbene, alcuni cittadini mi hanno segnalato che presso l'ospedale di Amelia, dove vengono dirottati tutti i pazienti residenti nel comprensorio narnese-amerino e spesso anche quelli che abitano nel capoluogo ed in altre località che ricadono all'interno della giurisdizione della Usl 2, ci sono dei pazienti che sono in lista di attesa per operarsi alla cataratta da marzo ed aprile dello scorso anno. Questi, stando a quanto mi è stato riferito, seguendo l'iter previsto, si sono recati al Cup ed hanno trasmesso la richiesta al reparto oculistico dell'ospedale di Amelia per metterso in lista di attesa. Grande è stata, però, la loro sorpresa nel vedere che nessuno, da marzo ed aprile del 2017, li ha chiamati per fissare la data dell'intervento. Mi chiedo come sia possibile un disservizio di questo tipo e le ragioni che stanno creando questo forte ritardo che grava sulle spalle dei pazienti. E' normale - si chiede Bruschini -, fare aspettare un anno ad una persona, quasi sempre anziana, che ha problemi seri con la vista, per fare un intervento chirurgico così importante, in grado di ridare un pò di benessere a chi si appresta a vivere la cosidetta terza età?".
(Foto di repertoro, presa dalla Rete)
12/1/2018 ore 2:53
Torna su